c Estensione concessioni al 2033: il punto della situazione
tamil xxx
lesbian milf

Come previsto, il nuovo anno è iniziato all’insegna del caos. Passato il 31 Dicembre 2020, termine ultimo per le concessioni, la situazione non sembra essersi risolta, anzi: se tra gli imprenditori balneari c’è chi ha ottenuto quanto stabilito dalla legge 145/2018, molti si sono invece ritrovati il 1° gennaio 2021 con un titolo formalmente scaduto e l’impossibilità di fare progetti per il futuro della propria azienda.

Tra rifiuti da parte delle amministrazioni locali e “proroghe tecniche” lo scenario nazionale si fa sempre più variegato e intricato, e non solo per gli imprenditori del settore. Molti Comuni si trovano infatti in un vero e proprio vicolo cieco e se da una parte temono di applicare una norma giudicata in contrasto con il diritto europeo, e di ritrovarsi quindi a risponderne penalmente davanti alla Corte dei Conti, dall’altra rischiano di essere coinvolti nelle cause legali avviate dai concessionari che si vedono negare quelli che ritengono i propri diritti.

Proprio a Lecce, come sappiamo, si sta svolgendo uno dei casi più eclatanti: il sindaco Carlo Salvemini si è opposto all’estensione delle concessioni fino al 2033, ritenendola una proroga in contrasto con il diritto europeo, e ha proposto ai balneari due alternative: accettare una “proroga tecnica” di tre anni oppure sgomberare le strutture entro il termine, ormai passato, del 31 dicembre. Ebbene, dei 21 titolari di concessioni balneari sul territorio leccese, solo 5 hanno deciso di accettare la proroga triennale, mentre gli altri 16, ritenendo di avere diritto all’estensione fino al 2033 prevista dalla legge italiana, hanno presentato ricorso contro il Comune. Per due di questi, nei giorni scorsi, è arrivata la prima vittoria: i balneari ricorrenti hanno infatti ottenuto dal Tar un decreto cautelare di sospensione della delibera comunale.

La situazione è complicatissima e sembra ormai giunta al limite. Le amministrazioni locali hanno finora agito in autonomia, ognuna per conto proprio, determinando un caos legislativo ormai ingestibile: la necessità di una una legge nazionale che faccia finalmente chiarezza è ormai sotto gli occhi di tutti.

Supportscreen tag

tamil aunty