web analytics

12 Comuni distribuiti su tre comprensori: tante sono le località pugliesi insignite nel 2020 con le Cinque Vele, il riconoscimento assegnato ogni anno da Legambiente e Touring Club alle migliori destinazioni per una vacanza green, rispettosa dell’ambiente e all’insegna della natura, delle acque pure e cristalline, delle eccellenze enogastronomiche e dei luoghi d’arte.

Nella classifica regionale anche quest’anno trionfa la Sardegna, seguita da Puglia e Toscana a pari merito. Terzo posto per la Campania, con due comprensori, e quarto per Liguria e Sicilia, con un comprensorio a testa. Nello specifico, le Cinque Vele pugliesi vanno a Fasano, Monopoli, Carovigno, Polignano e Ostuni per il comprensorio del Parco degli Ulivi; a Nardò, Porto Cesareo, Gallipoli e Racale per l’Alto Salento Ionico; a Otranto, Melendugno e Vernole per l’Alto Salento Adriatico.

Un risultato che non sorprende chi conosce questi litorali dalle qualità paesaggistiche straordinarie e dalla bellezza universalmente riconosciuta: prima ancora dei premi ufficiali, ne sono infatti una testimonianza tangibile le frotte di turisti che ogni anno li affollano. Le Cinque Vele costituiscono però un riconoscimento ufficiale e importante, che non può che rendere orgogliosi gli abitanti delle località premiate e che fa riflettere sulla necessità di tutelare e difendere un territorio straordinario come quello della Regione Puglia, valorizzandolo e incentivandone la fruizione turistica, purché rispettosa del contesto naturalistico.

Supportscreen tag