web analytics

Paesaggio, turismo e ambiente: quale futuro? È a questa domanda che oggi Sabato 2 Marzo si proverà a dare una risposta in occasione della tavola rotonda organizzata dal web magazine Ambient&Ambienti e da Federbalneari durante il BTM 2019.

Il Business Tourism Management in corso presso il castello Carlo V di Lecce, che giunge con successo alla sua quinta edizione quest’anno, è il contesto nel quale imprese, esperti ed operatori del comparto turistico insieme alle amministrazioni pubbliche danno luogo ad una serie di incontri volti alla formazione e alla pianificazione delle strategie di marketing più innovative nell’ambito della valorizzazione del territorio.

Tra questi assume particolare rilievo quello in programma oggi alle ore 15.00 nella sala B2B al primo piano, che si pone l’obiettivo di dipanare una serie di questioni fondamentali sia dal punto di vista dalla tutela del paesaggio, che da quello più strettamente legato all’economia e alle logiche del mercato turistico: c’è contraddizione tra le attuali politiche e le scelte per la valorizzazione del nostro turismo? Il nostro patrimonio culturale, paesaggistico e naturale è in pericolo? Possiamo far nascere una nuova stagione? E ancora: La politica della tutela del paesaggio può consentire sviluppo? E la politica delle decisioni dall’alto può garantire la tutela dei territori e il bilancio sociale?

Emblematiche in questo senso le parole di uno dei protagonisti del dibattito e promotori dell’evento, il Vicepresidente Nazionale Federbalneari Mauro Della Valle: “La grande frattura tra tutela del paesaggio ed esigenze di sviluppo economico è sotto gli occhi di tutti. Gli aspetti normativi assumono grande risalto, tanto che sempre più spesso la giustizia amministrativa è chiamata in causa per dirimere i conflitti tra le amministrazioni pubbliche e locali. Ma è anche vero che il diritto amministrativo e la cultura del paesaggio hanno tracciato percorsi a volte dubbi e la politica stenta a chiarire le proprie posizioni. Gli esperti si confronteranno sull’evoluzione del paesaggio, dall’ambito costiero all’entroterra, e sulla tutela dell’ambiente, spesso considerato ostacolo allo sviluppo delle politiche agricole, turistiche, industriali ed energetiche; ma anche sullo stravolgimento del nostro paesaggio dovuto alla xylella e alla conseguente cancellazione degli uliveti, punto di forza del patrimonio agricolo pugliese. Sono certo – conclude Della Valle – che dai diversi contributi al dibattito, potrà scaturire solo un indirizzo: i conflitti in corso devono essere superati, sviluppando il turismo in armonia con il paesaggio.”

Insieme a Della Valle, protagonisti dell’incontro saranno Angela Barbanente, ordinario di Pianificazione Territoriale al Politecnico di Bari, il Presidente di Federalberghi Puglia Francesco CaizziLoredana Capone, Assessore Regionale al Turismo, il consigliere regionale e paesaggista Cristian CasiliMaria Piccarreta, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per Lecce, Brindisi e Taranto e Pier Luigi Portaluri, ordinario di Diritto Amministrativo presso UniSalento. A moderare il dibattito sarà la giornalista Lucia Schinzano, direttrice di Ambient&Ambienti.

Support
Vai alla barra degli strumenti